About

Lettera del Presidente

La missione principale che la SITES (Società Italiana degli Economisti dello Sviluppo) si è data al momento della sua costituzione (Novembre 2011) è il rilancio della Economia dello Sviluppo in Italia, attraverso la produzione e la disseminazione di nuove conoscenze. La SITES si è proposta di svolgere tale missione, contribuendo a costruire una comunità di ricerca, basata su un network di studiosi e di istituzioni e perseguendo attività di ricerca e formazione, di comunicazione e impegno sociale. A tal scopo la società si propone di operare attraverso la creazione di una rete di studiosi italiani dello sviluppo economico operanti nelle università, nei centri di ricerca e nelle istituzioni multilaterali in Italia e nel resto del mondo, con due obiettivi principali: (1) la produzione e la disseminazione di nuove conoscenze di economia dello sviluppo, (2) la creazione di una nuova generazione di economisti impegnati sui temi dello sviluppo economico. Questi obiettivi sono interdipendenti e la SITES si propone di perseguirli attraverso una serie di strumenti che includono:

(A) Una scuola estiva principale per ricercatori dottorandi e/o postdoctoral, che combina didattica di alto livello con presentazioni di lavori di ricerca dei partecipanti, con l’obiettivo di selezionare i migliori paper come contributi per la conferenza annuale e per altre occasioni seminariali;

(B) Una serie di attività didattiche (scuole in presenza e on line di tipo tecnico e metodologico) per giovani studiosi;

(C) Collaborazioni con altre società ed istituzioni scientifiche nell’organizzazione di attività di ricerca, didattica e di comunicazione;

(D) Una conferenza annuale sui temi di maggiore attualità e interesse per la comunità scientifica dello sviluppo economico, con presenze qualificate di studiosi nazionali e internazionali e una partecipazione significativa di giovani che hanno partecipato alle altre attività dell’associazione;

(E) Una serie di pubblicazioni, comprendenti working papers, volumi collettanei, monografie e la redazione di una rivista scientifica di settore;

(F) Attività di comunicazione perseguite attraverso la gestione  attiva di un sito web, la gestione di brevi note di  ricerca e politica economica e la partecipazione a social media.

Fin dall’inizio del progetto associativo, questi strumenti sono stati concepiti come parte di un percorso integrato, secondo una sequenza logica in termini di selezione di idee, lavori e temi. Questa idealmente procede dalla selezione dei partecipanti alla scuola estiva alla conferenza annuale, con un forte obiettivo di indirizzo e valutazione di policy locali, regionali, nazionali e sovranazionali.

Nel corso del 2020 il direttivo ha condotto una serie di iniziative volte a rilanciare l’Associazione nei confronti sia dei soci tradizionali, sia  di una nuova platea di possibili adesioni estesa al di là dei gruppi accademici delle specifiche università che avevano costituito originariamente l’associazione. A questo scopo sono stati stabiliti contatti con un ampio gruppo di studiosi e giovani ricercatori, in parte già impegnati in passato, e interessati a partecipare alle attività dell’associazione.  Sulla base di questi contatti sono state tenute varie riunioni estese del direttivo  ed è stata inoltra condotta una campagna di iscrizioni, in vista del rinnovo degli organi sociali e di una prossima assemblea. Queste attività hanno reso possibile identificare una community di un centinaio di studiosi che hanno dichiarato la disponibilità a considerare la propria adesione al progetto associativo e hanno partecipato agli incontri. Molti di loro si sono anche formalmente iscritti alla Associazione.

Le attività di questi mesi hanno quindi permesso di ricostruire una base sociale potenziale consistente e di raccogliere consensi intorno alla opportunità di rilanciare il progetto associativo. L’esperienza maturata in questi primi anni di attività dell’Associazione sembra inoltre indicare la necessità di riesaminare le tesi e i programmi che ne avevano promosso la nascita, suscitando un più approfondito dibattito da parte di una ampia platea di studiosi interessati, che includa sia le istituzioni accademiche  italiane, sia le istituzioni internazionali che operano nel campo dello sviluppo economico. Il dibattito dovrebbe anche riguardare gli ambiti disciplinari chiamati a partecipare alla avventura associativa e perciò la stessa definizione e interpretazione di sviluppo economico. Come area di ricerca e di esercizio professionale e accademico, ma anche come componente comune del dibattito sugli obiettivi e gli strumenti di politica economica, infatti, l’economia dello sviluppo appare oggi il riferimento disciplinare più vicino al tema universale dello sviluppo economico sostenibile.  

Per queste ragioni è stata convocata ed è in corso, attraverso varie riunioni, una assemblea costituente, che ha il duplice obiettivo di rilanciare il progetto associativo della SITES, ridiscutendone termini e finalità, e di ampliare la platea dei soci rinnovandone la motivazione e l’impegno. Oltre a un ampio dibattito sugli obiettivi e gli strumenti dell’associazione, queste riunioni hanno lo scopo di rivedere e approvare i principi costitutivi e lo statuto, nonché individuare gli organi di governo dell’associazione, e le commissioni di lavoro, nominandone i componenti.

 

Pasquale Lucio Scandizzo

 

STATUTE of the Organization